LA VOCE DEL LARIO

0 Comments

La Randolario è ormai da anni un appuntamento fisso della stagione per la nostra associazione.

Quest’anno ancor di più vista l’imminente partenza per la trasferta Fiamminga.

Quale miglior occasione per fare un po’ di fondo (190 km.) e affrontare tratti esposti al vento in una cornice da sogno.

Io ho deciso di partire da Gorgonzola in bicicletta in primis perhè odio spostarmi con l’auto in giornata per andare in bicicletta e poi per provare ad accumulare qualche chilometro in più.

La nostra Rando ha preso ufficialmente il via Piazza Garibaldi a Lecco con due guest star! Simone Bonzani e Marco rocca che verranno con noi su al nord .

Maurizio si è aggregato cammin facendo ma chiarendo subito che avrebbe fatto il percorso corto.

Marco de Palma nel giorno del suo compleanno e di ritorno da una settimana di training intenso in Spagna, è partito subito a tutta e Giangy anche lui reduce dalla trasferta iberica, ho afatto coppia col suo amico Mattia avviandosi un po’ prima di noi lungo il tracciato.

Andatura tranquilla fino al controllo di Bellagio poi pian piano abbiamo alzato il ritmo ma senza esagerare.

Giunti a Como, con il meteo che sembrava voltare al peggio (fortunatamente non sarebbe stato così), complici un po’ di strascichi influenzali, Michele ha deciso di fare il percorso corto da 100 km. Saluti di rito, un in bocca al lupo e via di nuovo in sella lungo la sponda occidentale del Lario.

Transitiamo attraverso bellissimi borghi e scorci pittoreschi tra Cernobbio e Laglio con il Lago sempre alla nostra destra, custode dei suoi segreti e delle sue leggende.

Prima di Argegno svolta a  sinistra e si sale Verso Schignano teatro nei giorni precedenti del suo celebre Carnevale.

Salita pedalabile che ci conduce al primo ristoro di giornata e al secondo controllo, per verificare che i concorrenti affrontino il percorso stabilito.

Ci rifocilliamo a dovere, ci ricompattiamo e ci lanciamo in discesa , lasciamo la Valle d’Intelvi e torniamo sulla statale Regina.

Il meteo torna favorevole, il sole inizia a scaldare ma anche il vento inizia a farsi sentire, contrario e a tratti laterale.

Il ritmo sale e non ci risparmiamo nel tirare il gruppo, approfittando anche di un  ragazzo del Team Roadman, incontrato lungo il tracciato,  che dimostra di avere una super gamba facendoci risparmiare un po’ di energie.

Il Presidente è in grande forma e si sente.

Marco, Bonny, Fuma, Nello, Berry dimostrano di essere prontissimi in vista del Belgio .

Sergio fa un po’ fatica ma come consuetudine non molla (è una roccia e la tenacia è la sua miglior virtù)

I nostri amici Simone e Marco sono in palla ed hanno energie da vendere.

Un po’ sfilacciati e facendo un po’ l’elastico come si dice in gergo, arriviamo fino al Pian di Spagna, su in cima al lago.

L’attraversamento del Mera e dell’Adda è sempre delicato e il vento soffia lateralmente .

Ci infiliamo in un ventaglio e arriviamo a Colico in pompa magna.

Passiamo Piona e la Rosa dei Venti, in cima ad uno strappetto sempre insidioso.

Si prosegue fino a Bellano dove facciamo una sosta utile per ricompattarci e imboccare insieme la salita verso Tartavalle, per poi proseguire sino a Cortenova per l’ultimo controllo/ristoro di giornata a base di formaggi.

Non vorremmo più andarcene in mezzo a questo tripudio di leccornie, di profumi e di sapori ma il tempo è tiranno e ci mancano ancora 25 km col temibile “Balisio” e l’immancabile vento sempre contrario alla nostra marcia.

Superiamo bene tutti gli strappetti che ci separano dal Colle.

Berry rimane vittima di una caduta ma le botte incassate non lo frenano ed è brillantissimo.

Il più è fatto, inizia la discesa verso Lecco e guadaniamo il traguardo !!!

Il Team è affiatato e pronto per le prossime sfide!!

Io saluto tutti e proseguo verso casa per altri 40 km abbondanti

Alla prossima!!

Tom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cal

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930